feed rss: Posts | Comments

BURUNDI Venerdì alla sede dell’ Associazione Luca Brandi Onlus: The R.A.I.M. In concerto per Luca: jazz, funky e rithm&blues ma soprattutto… emozioni

ASANTE SANA

0 commenti
ASANTE SANA

E da Malindi arriva l’ <ASANTE SANA> (grazie tante) dei bambini

Nel cuore del Kenya è sorta la scuola LUCA BRANDI

di Annarita Cuomo (da ‘Il Golfo’ 27 dicembre 2010)
AMREF aula
ASANTE SANA cioè “grazie tante” in lingua Swaiili… dicono i bambini in Malindi, salutando l’obiettivo fotografico che li ritrae dinanzi all’ingresso della loro nuova scuola “Luca Brandi”. E ASANTE SANA dicono gli amici
dell’Associazione Luca Brandi a quanti li hanno aiutati nella realizzazione
di un sogno.

Quello della costruzione di una scuola in Africa, attraverso Amref, era
stato tra i primi traguardi che l’allora neonata Associazione Luca Brandi
per le Energie dei Giovani Onlus, si era posta nel 2008. Un traguardo che
ora trova concretezza con la realizzazione di un plesso della Gandini School
in Malindi (Kenya). Un plesso che, come si vede dalle foto, porta il nome
del giovane ischitano Luca Brandi.

L’iniziativa nasce, come tutte quelle dell’Associazione, per seguire il
percorso di vita di Luca. Il ragazzo si era fatto lui stesso, promotore di
una analoga iniziativa a favore di Amref, nel ricordo di un amico
prematuramente scomparso. I familiari di Luca hanno pensato bene di ripetere ed amplificare l’esperienza.

Il costo del progetto è stato di 8000 euro, raccolti dall’Associazione Luca
Brandi attraverso eventi, donazioni di amici di Luca e sponsor che hanno
contribuito fattivamente.

Il progetto Amref copre il fabbisogno scolastico per 45.000 bambini. E la
scuola che hanno costruito gli amici di Luca vedrà la partecipazione di
circa 600 studenti di varie fasce d’età.

Il fatto positivo di queste scuole in Africa va al di là dell’istruzione ai
giovani: infatti attraverso queste istituzioni locali si riesce a far
partecipare intorno alla scuola tutta la comunità, sono questi i punti
importanti di riferimento utilizzati anche per la promozione della salute ed
per la prevenzione degli abusi sui bambini.

Una realtà molto diversa dalla nostra, quella del Malindi in Kenya, ma che
in un certo qual modo ha comunque qualche affinità con le iniziative
dell’Associazione Luca Brandi portate avanti sull’isola, nei locali dell’ex
Bottaia di Palazzo D’Ambra dove quotidianamente, grazie al volontariato di
singole professionalità ischitane, l’Associazione riesce a dare risposta
alle istanze dei più giovani.

Il lavoro dell’Associazione non termina certo qui, ma va avanti nel ricordo
di Luca Brandi.

I corsi presso la sede dell’Associazione (tra i più gettonati musica, teatro, fotografia, psicologia…) e la mostra sul Burundi con le sculture di Paolo May e le foto di Oscar Pantalone: tanto per citare alcuni progetti.

In modo particolare la mostra di sculture e fotografie è piaciuta così tanto
da spingere gli Amici di Luca ad immaginare, per il prossimo futuro, una
serie di esposizioni, dando spazio ad artisti isolani che desiderano farsi
conoscere ponendo in mostra le proprie opere, magari alternandole a quelle
di artisti già conosciuti come Raffaella Bacarelli, Gabriele Mattera,
Antonio Macrì, Peperone…

Cos’altro aggiungere se non, “ASANTE SANA”…? «Sì, ASANTE SANA – ci dice
Silvano Brandi – il “grazie tante” dei bambini di Malindi per la costruzione
della loro scuola, che diventa oggi il nostro modo di offrire un
Natale diverso ai bambini in Africa».

asantesana

Lascia un commento